Vitamina B7: un aiuto nel trattamento dell’ovaio policistico

La vitamina B7, o inositolo, è molto importante per il funzionamento dell’intero organismo, è presente in alcuni alimenti ma è prodotta, in modo autonomo, anche dal corpo per questo motivo non è considerata una vera e propria vitamina.

È idrosolubile, non può essere accumulata nell’organismo e deve essere assunta quotidianamente attraverso l’alimentazione.

Il fabbisogno giornaliero di vitamina B7 è di circa 500 mg.

Con la Dott.ssa Sara Piazza, Dietologa a Ravenna Medical Center abbiamo approfondito questa vitamina. 

A cosa serve

La vitamina B7, svolge un ruolo importante perché:
  • favorisce la produzione di lecitina, sostanza che ripulisce le pareti interne delle arterie dai grassi, diminuisce il tasso di colesterolo nel sangue e quindi è utile nella prevenzione delle patologie cardiovascolari
  • impedisce il deposito di grassi a livello epatico, è quindi di aiuto contro il fegato grasso
  • stimola la memoria e previene il deterioramento delle cellule nervose
  • contribuisce al buon funzionamento di muscoli, nervi e cervello
  • riduce i sintomi della sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), in quanto ristabilisce una corretta funzionalità ovarica e regolarizza il ciclo mestruale perché aumenta i livelli di progesterone
  • contribuisce al corretto funzionamento di serotonina e acetilcolina, in particolare quest’ultima, se carente nell’organismo, può provocare stati depressivi e attacchi di panico

Dove si trova

L’inositolo è contenuto principalmente in agrumi, cereali integrali, noci, banane, tuorlo d’uovo e fegato.

Carenza: che cosa provoca

Seguendo una dieta varia ed equilibrata, una carenza di vitamina B7 è alquanto rara, tuttavia, un eventuale insufficiente apporto si può manifestare con:
  • desquamazione della pelle
  • acidosi
  • ipoglicemia (bassi livelli di glucosio nel sangue)

Eccesso: che cosa provoca

Un sovradosaggio di inositolo non provoca seri problemi di salute perché la quantità in eccesso viene eliminata con le urine.

In caso di iperdosaggio i sintomi sono:
  • iperidrosi (sudorazione eccessiva)
  • scialorrea (eccessiva salivazione)
  • difficoltà digestive e perdita dell’appetito

Un aiuto contro ovaio policistico (PCOS) e fertilità

La vitamina B7, per la sua azione benefica sul sistema ovarico, viene spesso utilizzata in caso di ovaio policistico, squilibri ormonali e cisti di piccole e medie dimensioni. La sindrome dell'ovaio policistico interessa, secondo i dati del Ministero della Salute, circa il 5-10% delle donne in età fertile, con effetti negativi su fertilità, salute psicologica e metabolismo. 

Inoltre, se associata all'acido folico, la somministrazione di inositolo, è molto utile anche per aumentare la probabilità di ottenere una gravidanza.
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Revisione medica a cura di: Dott.ssa Sara Piazza

News correlate

Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

Il magazine online

GVM Magazine
Dentro le tecnologie per la salute
Scarica GVM News