torino.repubblica.it - Debutta alle ex Domenicane il pronto soccorso privato

In precollina un servizio di ortopedia d'emergenza 24 ore su 24: è il primo non gestito dalla sanità pubblica. Così una holding romagnola si espande in città

di SARA STRIPPOLI

Torino, 15 dicembre 2011 - OTTO ore di coda al pronto soccorso per un polso fratturato? Un pomeriggio in attesa di un'ingessatura alla spalla? Se il pronto soccorso del servizio sanitario pubblico fa sospirare, ecco che il privato intercetta il disagio e prova ad accaparrarsi una fetta di mercato. Nasce così a Torino, nella pre-collinare via Villa della Regina un servizio di pronta disponibilità ortopedica, un'accoglienza attiva 24 ore su 24, sette giorni su sette per 365 giorni all'anno. Un numero telefonico al quale risponderà il medico di guardia, che subito allerterà un ortopedico reperibile perché richiami il paziente o un suo familiare per una consulenza e un primo consiglio. Un breve colloquio e poi la decisione: una visita, esami diagnostici senza attesa ed eventualmente l'intervento. Costi in linea con i tariffari del privato rimborsabili a misura di cittadini abbienti, di chi ha stipulato un'assicurazione sanitaria o chi è iscritto a casse professionali convenzionate. L'indirizzo è via Villa della Regina 19, dove fino ad un anno fa c'era la clinica che tutti in città conoscevano come quella delle Suore Domenicane e che adesso si chiama Clinica Santa Caterina da Siena. Le suore hanno gettato la spugna e il bell'edificio precollinare è stato acquistato lo scorso anno da Gvm Care & Research, una holding di Lugo di Romagna fondata da Ettore sansavini, che opera nel settore della sanità attraverso strutture private all'estero e in tutta Italia: 23 ospedali di alta specialità e 4 poliambulatori. A Torino Gvm gestisce anche Villa Maria Pia e attualmente ha in corso un'operazione sull'Opera Pia Lotteri. "Il nostro vantaggio è la flessibilità", spiega subito Carlo Di Giambattista, amministratore della clinica, mentre il direttore sanitario Luisangelo Sordo si affretta a chiarire che non c'è volontà di entrare in concorrenza con il pubblico: "Questo servizio non può certo sostituire il 118 o intervenire per incidenti gravissimi, ci occupiamo di traumatologia minore. Tuttavia l'esigenza di non attendere ore in pronto soccorso per una visita ortopedica dopo una caduta o un incidente è piuttosto sentita. Abbiamo pensato che si potesse integrare l'offerta pubblica". La Clinica Santa Caterina ha 65 posti letto, 4 sale operatorie, 72 dipendenti. È disponibile anche una postazione di risveglio assistito che in caso di necessità si trasforma in terapia intensiva e rianimazione. Se necessario, la terapia intensiva è comunque disponibile a Villa Maria Pia che si trova non lontano, in strada Mongreno. Le principali aree di specializzazione sono, oltre all'ortopedia, la chirurgia generale, l'urologia, l'oculistica, l'otorinolaringoiatria, la chirurgia plastica, la diagnostica cardiologica e vascolare.

www.gvmnet.it
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!

News correlate

Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista

IL GRUPPO OSPEDALIERO ITALIANO

Ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Poliambulatori con Day surgery.

Le strutture sanitarie di GVM Care & Research accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale e convenzionate con Fondi Sanitari Integrativi, Casse Mutue e Assicurazioni Sanitarie, sono presenti in 10 regioni italiane.

Visita gli ospedali su GVMnet