Che cos'è lo svenimento e come si risolve?

Lo svenimento o sincope è la perdita di coscienza improvvisa e transitoria che dura da qualche secondo fino a 2-3 minuti e in genere causa caduta. Non va confuso con la lipotimia, caratterizzata da un'improvvisa sensazione di mancamento, senso di debolezza, che invece non si accompagna lla perdita dello stato di coscienza.

Cosa succede quando si sviene?

Lo svenimento è provocato da un’improvvisa e temporanea diminuzione dell’afflusso di sangue al cervello con conseguente calo della pressione arteriosa. L’episodio sincopale, è solitamente preceduto da sintomi che lo anticipano:
  • senso di malessere generale
  • giramenti di testa, vertigini 
  • nausea
  • annebbiamento visivo
  • sudorazione fredda 
  • tachicardia (aumento del numero di battiti cardiaci)
  • pallore del volto.
Quando si manifestano questi sintomi e si avverte appunto la sensazione di svenire occorre:
  • cercare di sdraiarsi o sedersi per evitare di cadere e procurarsi traumi da caduta
  • sedersi, mettendo la testa tra le ginocchia per accelerare il flusso sanguigno verso il cervello e rimanendo nella posizione fino alla scomparsa dei sintomi.

Quali possono essere le cause?

Lo svenimento può essere provocato da diversi fattori:
  • una reazione eccessiva del sistema nervoso (sincope vasovagale) per un forte stress emotivo, un dolore intenso, digiuno o febbre 
  • ipotensione ortostatica, calo della pressione sanguigna quando si passa da una posizione sdraiata/seduta alla posizione eretta in modo repentino
  • vomito, diarrea o emorragia per la riduzione del volume del sangue che circola nell'organismo per la perdita di liquidi corporei 
  • gravidanza, per alterazioni a livello ormonale, specie nei primi 3 mesi della gestazione.
Lo svenimento può essere anche di origine cardiaca per alterazioni del ritmo del cuore che può essere irregolare (aritmia), eccessivamente più lento (bradicardia) o eccessivamente più veloce (tachicardia). 

In soggetti, generalmente anziani, la perdita dei sensi (sindrome del seno carotideo) può essere provocata esercitando una pressione (ad esempio semplicemente nel radersi o annodare la cravatta), sulla porzione laterale del collo, nel punto in cui il battito carotideo è rilevabile con il tatto. Il seno carotideo, infatti, interviene nel meccanismo di regolazione della pressione sanguigna, per cui, una sua sollecitazione, può causare bradicardia e ipotensione con conseguente svenimento.

La sincope neurologica, diversamente, è causata da problematiche del sistema nervoso centrale come in caso di attacchi ischemici transitori o crisi epilettiche.

Che cosa è meglio fare quando si assiste allo svenimento

Nella maggior parte dei casi, la crisi sincopale, si risolve spontaneamente e in pochi minuti. 
Tuttavia, se si assiste a uno svenimento, è bene:
  • verificare i parametri vitali (respiro, battito) 
  • se la respirazione e il battito cardiaco sono assenti chiamare tempestivamente i soccorsi, in attesa si può procedere con la rianimazione cardiopolmonare, indispensabile anche il defibrillatore automatico esterno
  • se la persona respira mantenerla distesa sulla schiena con il ventre rivolto verso l’alto e con le gambe sollevate di 45 gradi per agevolare l’afflusso del sangue al cervello
  • rimuovere cravatte, cinture, allentare abiti stretti
  • ruotare la testa del paziente lateralmente per impedire che la lingua possa ostruire le prime vie aeree 
  • la persona svenuta deve rimanere sdraiata o seduta fino alla completa scomparsa di ogni senso di malessere e, in ogni caso, va tenuta sotto controllo, per qualche minuto, anche dopo il ripristino dello stato di coscienza.
  • Se la persona non riprende conoscenza entro pochissimi minuti, contattare immediatamente i Soccorsi.

Cosa si consiglia di evitare

In caso di svenimento si consiglia di:
  • non cercare di far bere la persona svenuta 
  • non lasciare solo l’infortunato 
  • non cercare di spostarlo
  • non tentare di sollevarlo subito appena accenna a riprendersi.
Se sei interessato leggi anche le altre news della Rubrica Primo Soccorso
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

Il magazine online

GVM Magazine
Dentro le tecnologie per la salute
Scarica GVM News