Chirurgia protesica all’anca e post-operatorio: le domande più comuni

Il decorso post-operatorio dopo un intervento di protesi d'anca comporta diverse tappe obbligate, che servono a una pronta guarigione e alla ripresa della normale vita quotidiana.

Sono molti gli interrogativi dei pazienti che si sottopongono a interventi di protesi ed essere consapevoli delle diverse fasi che compongono il decorso post-operatorio permette infatti di gestire con serenità i momenti successivi all’operazione chirurgica. Ecco alcune risposte a quelli più frequenti.

Quanto dura la riabilitazione dopo protesi anca?
La riabilitazione è fondamentale per recuperare, nei tempi stabiliti, la piena mobilità articolare. Può durare in media dalle 8 alle 10 settimane, questo è il tempo che serve alla ferita e all'apparato muscolo-legamentoso per guarire e tornare alla normalità, con 2-3 sedute di fisioterapia a settimana.

I controlli periodici rappresentano un altro aspetto fondamentale, in quanto determinanti per valutare la buona riuscita dell’intervento di artroprotesi d’anca e l’eventuale proroga del programma riabilitativo.

Quando lasciare le stampelle dopo l’intervento di protesi anca?
Le stampelle vengono utilizzate fin dal primo giorno per aiutare il paziente a muoversi in autonomia. Camminare senza entrambe le stampelle dopo l’operazione di protesi anca è possibile dopo circa 40 giorni in tutto. Già dopo 3-4 settimane, si può usare una sola stampella dal lato non operato.

Come mettere e allacciare le scarpe dopo l’intervento di protesi anca?
Partendo in posizione seduta si deve calzare la scarpa nella gamba non operata, alzarsi appoggiandosi a una superficie solida (mobile o tavolo), usare con la mano del lato operato un calzascarpe con manico lungo per indirizzare il piede della gamba nella scarpa. La stessa sequenza può essere poi ripercorsa al contrario.
Bisogna evitare il movimento di rotazione interna della coscia: di conseguenza, la maniera più sicura per giungere al piede e allacciare le scarpe, sempre seduti, è aprire entrambe le ginocchia verso l’esterno e chinare il tronco in avanti. In questo modo, le mani passeranno all’interno delle gambe.

Come vestirsi dopo l’impianto di protesi anca?
Bisogna innanzitutto tenere i vestiti a un’altezza opportuna, senza costringersi a chinarsi. Come nel caso delle scarpe, è importante flettere ed extraruotare l’anca.

Quanto dura una protesi?
Una protesi dura in genere tra i 15 e i 20 anni, in base al modello utilizzato.

Protesi anca e risonanza magnetica: che fare?
Il paziente portatore di protesi metallica può sottoporsi a risonanza magnetica con tecnica MARS, che consente la riduzione dei cosiddetti artefatti metallici (disturbi dell’immagine).

Protesi all’anca: quando guidare la macchina?
Molto dipende dalla tecnica chirurgica che è stata utilizzata. In media, si può tornare a guidare dopo 6 settimane. In ogni caso, è essenziale consultare il proprio medico prima di farlo.
 
Per maggiori informazioni trova la struttura GVM Care & Research più vicina a te!
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista