Disturbi del sonno e polisonnografia: quando fare l’esame

Circa 12 milioni di persone in Italia soffrono di disturbi del sonno, secondo i dati dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno AIMS. Indipendentemente dalla causa, la riduzione di sonno interferisce con alcune funzioni fondamentali del nostro corpo, determinando spesso conseguenze evidenti anche sul piano comportamentale e sulla qualità della salute. Inoltre, i due anni di pandemia da Covid-19 sembrano aver peggiorato il quadro, soprattutto per quanto riguarda l’insonnia.
 
Il loro impatto sulla salute è significativo per diversi aspetti:
  • Possono causare apnee notturne
  • Rendono complicata l’ossigenazione dei tessuti durante la notte
  • Provocano una problematica nota come eccessiva sonnolenza diurna, che interferisce negativamente con le operazioni quotidiane ed è una delle cause principali di incidenti stradali.
 
In generale, chi soffre di un disturbo del sonno, si sveglia già stanco, è affaticato, percepisce un’eccessiva sonnolenza durante il giorno e difficoltà di concentrazione. Questi disturbi non vanno mai sottovalutati, perché si ripercuotono anche sulle ore diurne influenzando negativamente l’andamento lavorativo, i rapporti sociali e tutta la sfera psicologica del soggetto.

Quali sono i principali disturbi del sonno

C'è chi dorme poco e male, e chi dorme troppo, ma c'è anche chi dorme quando dovrebbe stare sveglio e chi rimane sveglio quando dovrebbe dormire, in questo caso si parla genericamente di disturbi del ritmo circadiano. Inoltre, si può assistere anche alla comparsa, durante il sonno, di fenomeni atipici, spesso legati ad una dissociazione dei meccanismi che regolano le varie fasi del sonno, in questo caso si parla di parasonnie.
 
Spesso è lo stato psicologico a interferire sulla qualità del sonno: ansia, depressione, stress possono aumentare il rischio di parasonnie. Fra questi rientrano insonnia, bruxismo e sonnambulismo. La Sindrome delle Apnee Ostruttive (OSAS) invece è una vera e propria patologia che colpisce circa 1 miliardo di persone in tutto il mondo.

La polisonnografia: l’esame diagnostico per i disturbi del sonno

La polisonnografia è l’esame più indicato per capire l’entità e la tipologia di tutti i disturbi del sonno. È un esame non invasivo e viene seguito per monitorare durante il riposo notturno una serie di parametri fisiologici definiti. Tali parametri sono utili alla diagnosi di eventuali patologie che si evidenziano durante il sonno. È consigliata se:
  • Durante il giorno di accusano sonnolenza e stanchezza, sin dal risveglio
  • C’è russamento forte (roncopatia)
  • Si incontrano difficoltà a svolgere operazioni che richiedono concentrazione
  • Ci si è resi conto di avere episodi di apnea durante la notte.

Come si svolge l’esame

Non è un esame invasivo e si svolge a casa. Il paziente, di notte durante le ore di sonno, deve indossare un dispositivo in grado di rilevare parametri quali la frequenza cardiaca, il movimento del torace alla respirazione, l’ossigenazione dei tessuti, la posizione del soggetto e l’eventuale presenza di apnee. Il dispositivo ha diversi terminali che vengono posizionati su torace, testa, addome e una serie di sensori che servono per individuare il russamento e la postura del paziente. Vi è poi il pulsossimetro per controllare la saturazione e una cannula nasale che misura il flusso respiratorio. Per questo, anche se indolore, il test può risultare poco confortevole.

Come interpretare i risultati

I parametri rilevati vengono poi valutati da un medico che stabilisce se la natura del disturbo è:
  • Un’ostruzione delle vie respiratorie
  • Una problematica di matrice neurologica o pneumologica.
L’esame risulta particolarmente indicato per valutare la presenza di Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno e per stabilirne il grado di gravità. I risultati vengono letti secondo i seguenti range:
  • Normalità: meno di 5 apnee per ora
  • OSAS lieve: 5-14 apnee per ora
  • OSAS moderata: 15-30 apnee per ora
  • OSAS severa: +30 apnee per ora.
 
Per maggiori informazioni sui disturbi del sonno e sulle possibilità di trattamento
vai alla pagina dedicata
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

Il magazine online

GVM Magazine
Dentro le tecnologie per la salute
Scarica GVM News