Vitamine: che cosa sono e perché sono importanti

Le vitamine sono un gruppo di sostanze organiche essenziali per l’organismo, hanno un ruolo fondamentale per il normale svolgimento dei processi organici e fisiologici. Fanno parte del gruppo dei micro-nutrienti, differenziati dai macro-nutrienti (proteine, grassi e carboidrati) perché possono essere assunti in quantità minore. Sono indispensabili per utilizzare i principi nutritivi cioè: proteine, lipidi, sali minerali, carboidrati e acqua presenti, in quantità diversa, negli alimenti.

L’organismo non è in grado di produrle e devono venire assunte attraverso la dieta. Alcune però sono autoprodotte dal nostro corpo, come ad esempio la Vitamina D la cui sintesi avviene grazie all’esposizione al sole, ma che è anche presente in alcuni alimenti come uova, latte e derivati.

Quelle riconosciute sono tredici e si suddividono in due gruppi in base al grado di solubilità in acqua o in grassi.

Le vitamine liposolubili, ossia solubili nei grassi, che vengono trasportate nell’organismo dai grassi alimentari e formano riserve nel fegato e nel tessuto adiposo sono:
  • Vitamina A o retinolo
  • Vitamina D o calciferolo
  • Vitamina E o tocoferolo
  • Vitamina K o naftochinone
Le vitamine idrosolubili, ossia solubili in acqua, non vengono accumulate nell’organismo ma eliminate con le urine, e devono essere introdotte quotidianamente con il cibo. Rientrano in questo gruppo:
  • Vitamine del gruppo B
  • Vitamina C o acido ascorbico
  • Vitamina Q o coenzima Q
 

Perché sono importanti

Le vitamine sono indispensabili perché favoriscono processi fisiologici e organici fondamentali per la sopravvivenza:
  • Regolano l'attività degli enzimi intervenendo nelle reazioni chimiche delle cellule e dei tessuti
  • Favoriscono l’eliminazione delle sostanze tossiche e delle scorie
  • Sono coinvolte nella sintesi di acidi nucleici importanti come RNA (acido ribonucleico) e DNA (acido desossiribonucleico)
  • Garantiscono le funzioni vitali nei tessuti: esercitano e potenziano l’azione antiossidante contrastando i radicali liberi
  • Intervengono nella trasformazione del cibo (carboidrati, grassi e proteine) in energia, in particolare le vitamine b1 e b2.
  • Contribuiscono con gli acidi grassi essenziali al normale funzionamento del sistema nervoso producendo neuromediatori come serotonina, noradrenalina, dopamina. In particolare, le vitamine b1, b6, b9 e b12, sono denominate “psicovitamine”
  • Stimolano le difese immunitarie nei confronti degli agenti patogeni       
  • Riparano i danni cellulari e i tessuti
  • Contribuiscono a mantenere sano il funzionamento della vista
  • Mantengono in salute pelle, mucose, ossa, denti e tessuti molli.
 

Quali possono essere le principali cause di ipovitaminosi

Il fabbisogno vitaminico varia in rapporto al tipo di dieta, ai processi metabolici, all’utilizzo, all’eliminazione e all’età. Un iperdosaggio di vitamine è piuttosto raro, mentre esistono delle cause che possono provocare un ridotto apporto vitaminico (ipovitaminosi) alterando di conseguenza le normali attività organiche:
 
  • Scarso apporto di una o più vitamine per una dieta uniforme o inadeguata
  • Insufficiente assorbimento intestinale per patologie o disfunzioni come: colite ulcerosa, morbo di Crohn e celiachia
  • Mancato utilizzo delle vitamine per disfunzioni metaboliche
  • Errata conservazione, trasformazione industriale e alimentare del cibo può provocare la dispersione e la distruzione di alcune vitamine
  • Caffè, alcol, tabacco e alcuni farmaci possono ostacolare l’assorbimento di vitamine, impedirne l’utilizzo, indurne l’inibizione o provocarne una perdita eccessiva.
 
Specialmente in alcuni casi può essere utile un maggior apporto vitaminico. Eccone alcuni:
  • Gravidanza, per diminuire il rischio di spina bifida nel feto
  • Allattamento, per un maggior fabbisogno e dispendio energetico
  • Nei casi di forte stress
  • Persone molto anziane
  • Dieta non appropriata
  • In seguito a interventi chirurgici
  • Presenza di sindromi patologiche come morbo di crohn e fibrosi cistica.

 
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista