GVM Care & Research, importante avamposto dell’e-Health

 Tratto dal libro “Verso e-Health 2020 – Casi di successo italiani ed esperienze internazionali”, di Pasquale Tarallo, edito da “Gruppo 24 Ore” nel febbraio 2012.

“Il Gruppo Villa Maria” - A cura di Ettore Sansavini, Presidente

Parte 1 - L’esperienza maturata in quasi 40 anni di attività imprenditoriale nel mondo della sanità mi ha portato ad un confronto costante con l’evoluzione della tecnologia e alla valutazione sistematica di quanto l’innovazione di questo settore rappresenti un fattore chiave per offrire ai pazienti la migliore assistenza possibile. L’innovazione tecnologica rappresenta dunque uno dei punti cardine su cui si articola la filosofia di GVM Care & Research, il primo network privato operante nella sanità e nel ben essere, a capitale interamente italiano, presente sul territorio nazionale (e con sedi anche all’estero) tramite una rete integrata di ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Day Surgery con Poliambulatorio privato. Assolvere all’imprescindibile impegno di mettere sempre al centro il paziente e assicurargli un percorso di eccellenza in termini di qualità dell’assistenza sanitaria, professionalità degli operatori e comfort dell’ambiente non sarebbe possibile se la tecnologia non fosse costantemente al nostro servizio. In altre parole, se guardiamo l’importante ruolo che la tecnologia può avere in ambito sanitario e in particolare quali vantaggi potrebbe portare un crescente utilizzo della tecnologia a supporto dei processi manageriali e delle pratiche cliniche, vengono spontanee alcune riflessioni. Sebbene la diffusione dell’ICT presso il sistema sanitario sia un fenome che sta facendo registrare importanti tassi di crescita e il suo ruolo di supporto dei processi clinici e amministrativi stia diventando sempre più rilevante, è importante comprendere che la tecnologia non può essere ridotta a puro elemento di supporto dei processi e che essa è, al contrario, un fattore centrale in grado di abilitare il cambiamento e l’innovazione dei servizi e dell’organizzazione a livello complessivo. Nello scenario attuale, le applicazioni maggiormente diffuse in sanità sono, per esempio, quelle che consentono il controllo dell’avanzamento dei processi e, soprattutto, l’assistenza e il supporto del personale medico nel prendere le decisioni. Le nuove tecnologie, a partire dalla Cartella Clinica Elettronica (CCE), inoltre, stimolano comportamenti più rigorosi da parte dei medici e, di conseguenza, migliorano la sicurezza e la gestione del rischio clinico. In realtà sarebbe auspicabile che il tema dell’innovazione tecnologica in ambito medico-sanitario coinvolgesse da un punto di vista strategico, e non solo operativo, sia la componente tecnico-organizzativa, sia le figure che operano concretamente “sul campo” e che sono gli utilizzatori finali di quasi tutte le soluzioni tecnologiche implementate in ambito Healthcare, ovvero il personale medico e paramedico. Oggi, a livello di strategia, il settore sanitario prende poco in considerazione la sinergia fra questi due mondi. Ad una focalizzazione di carattere “procedurale”, che deve necessariamente avere l’obiettivo di inquadrare le soluzioni IT in una visione strategica più ampia e in una revisione dei processi a monte – elemento che permetterebbe di ottimizzare i costi – bisogna affiancare una focalizzazione “botton up”, avvalendosi dell’esperienza e delle indicazioni dei “veri” addetti ai lavori, quali medici e paramedici. I benefici di una simile sinergia sono molteplici. Da un lato, l’azienda sanitaria ottiene indicazioni chiare in grado di segnalare l’esatta strada da percorrere in funzione della tipologia di servizi che intende offrire ai propri pazienti. Dall’altro la tecnologia non rimane fine a sé stessa, ma risponde alle reali esigenze di chi sul campo si trova a doverle usare. In questo senso GVM Care & Research può considerarsi una realtà all’avanguardia, in quanto è da anni impegnato sull’utilizzo a 360° della tecnologia, sia in chiave di supporto alla logistica, sia più specificatamente in campo medico-sanitario. Nella prima area sono da segnalare alcuni esempi di best practice: la creazione e la brevettazione del sistema elettronico-informatico SMACK, ideato per ridisegnare la rete logistica delle strutture sanitarie del Gruppo, il progetto RIS PACS, un software pensato per la gestione centralizzata di tutte le immagini digitali, e il progetto ESTENSA, nato per la raccolta e la refertazione del laboratorio di Emodinamica.

RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!

News correlate

Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista

IL GRUPPO OSPEDALIERO ITALIANO

Ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Poliambulatori con Day surgery.

Le strutture sanitarie di GVM Care & Research accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale e convenzionate con Fondi Sanitari Integrativi, Casse Mutue e Assicurazioni Sanitarie, sono presenti in 10 regioni italiane.

Visita gli ospedali su GVMnet