L’Italia è il paese più attento alla salute grazie a prevenzione e alimentazione sana

Gli italiani risultano il popolo più attento alla salute a livello mondiale.  A dirlo è la statistica di Global Health Index pubblicata da Bloomberg, indicatore che prende in considerazione diversi fattori come durata media della vita, nutrizione, salute mentale e fattori di rischio come tabagismo o pressione sanguigna. L’Italia si è classificata al primo posto tra i 50 Paesi maggiormente in salute su un totale di 163 esaminati nello studio.
Il benessere e la cura sono una priorità per l’Italia che – pur non essendo la nazione più sviluppata dal punto di vista economico e della occupazione  - è risultata esemplare nell’ambito della salute. La prevenzione e l’attenzione a corretti stili di vita fanno infatti degli italiani un modello da seguire. Tant’è che dalla ricerca è emerso che le nostre cartelle cliniche  si confermano le migliori del pianeta. Addirittura 93,11 punti su cento.

Per quanto riguarda i fattori esaminati, l’aspettativa di vita è senz’altro tra i più positivi: basti pensare che i bambini che nascono in Italia oggi hanno altissime percentuali di superare  gli 80 anni (contro i 52 del Sierra Leone, ultimo in questo parametro). La durata della vita non è l’unico criterio preso in esame, ma anche la qualità: l’Italia supera anche altre nazioni note per la loro longevità, come Islanda e Svezia, ma anche quelle orientali (Giappone a 89,15, la ricca Singapore a 90,23).

L’alimentazione e in particolare la dieta mediterranea è l’elemento che fa la differenza, in quanto, come già ampiamente dimostrato, aiuta a prevenire patologie oncologiche, neurodegenerative, cardiovascolari e disturbi quali obesità e diabete. Cereali, legumi, frutta, verdura e olio extravergine di oliva costituiscono gli elementi di base del regime alimentare, patrimonio dell'Unesco, e  contribuiscono a rafforzare lo stato di salute del popolo tricolore. Non a caso, nella ricerca, Adam Drewnowski, direttore del Center for Public Health Nutrition dell’Università di Washington, sottolinea quanto sia di fondamentale importanza per i consumatori poter avere accesso a prodotti freschi, come frutta, verdura di stagione e pesce.

Gli italiani dunque hanno uno stato di salute migliore rispetto a canadesi, americani e inglesi che, al contrario, non potendo contare sull’apporto degli alimenti basilari della dieta mediterranea, incorrono maggiormente in problematiche cardiovascolari, dovute a pressione sanguigna e colesterolo, oltre ad essere più colpiti da disturbi psichiatrici.

 
RESTA INFORMATO.
Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura. Ricevi i nostri aggiornamenti via email!

News correlate

Una corretta e costante informazione è alla base di ogni cura.
Ricevi tutti gli aggiornamenti via email.

Iscriviti alla Newsletter

La rivista online

GVM Magazine
Salute e Benessere: Il tuo appuntamento con l'informazione medico scientifica.
Scarica la rivista

IL GRUPPO OSPEDALIERO ITALIANO

Ospedali di Alta Specialità, Polispecialistici e Poliambulatori con Day surgery.

Le strutture sanitarie di GVM Care & Research accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale e convenzionate con Fondi Sanitari Integrativi, Casse Mutue e Assicurazioni Sanitarie, sono presenti in 10 regioni italiane.

Visita gli ospedali su GVMnet